Il Padiglione Svezia a Dubai Expo 2020

Un foresta rappresenta il paese scandinavo nell’Expo 2020 di Dubai

Continuiamo la nostra panoramica sui padiglioni di Expo 2020 che si distinguono per la progettuatlità architettonica.

Il concept che accompagna il Padiglione Svezia alla prossima Esposizione Universale,  è rappresentato dalla foresta.
L’archetipo dell’ambiente naturale e contemporaneamente il luogo in cui albergano e prosperano immaginazione e creatività, la foresta è un ecosistema dinamico, ecco l’idea alla base del progetto.

C’è tanta Italia anche nel Padiglione Svezia: la firma del progetto porta, tra gli altri,  i nomi degli studi Alessandro Ripellino Arkitekter, Studio Adrien Gardère e Luigi Parto Architetti.

La sostenibilità e gli equilibri della foresta sono il Padiglione Svezia

La foresta simboleggia una collettività, una comunità che ha trovato nella sostenibilità e nell’aiuto e nell’assistenza reciproca la misura della propria crescita. Il Padiglione Svezia a Dubai Expo 2020 vuole essere sinonimo di supporto e rispetto reciproco: la foresta è composta da individualità che hanno radici interconnesse e allacciate in un tessuto condiviso.

L’idea della sostenibilità è corroborata dal fatto che ciascuno all’interno della foresta ha un proprio ruolo, l’individualità non si perde ma si valorizza nella collettività.

Strutturalmente lo spazio è articolato in modo che i visitatori si possano spostare liberamente al piano terra, come se si muovessero e vagassero tra gli alberi per scoprire gli spazi espositivi. Al piano superiore, gli uffici e le conferenze evocano un’immagine che ricorda quella delle case sugli alberi, strutture sospese che dialogano con la natura.

La simbologia della foresta permea l’interno Padiglione Svezia, la sensazione di vastità degli spazi è ottenute grazie agli specchi e ai giochi di immagini che questi rimandano. A livello architettonico, la tipologia di ambienti all’interno della struttura ripropone questa metafora declinandola secondo un’estetica minimalista come quella scandinava.

Per i visitatori l’esperienza vuole essere diversa in ciascun ambiente, gli incontri devono essere il più possibile liberi e spontanei. Muoversi all’interno del Padiglione svedese significa stimolare il continuo processo creativo ed emotivo dei partecipanti

Non ci resta che aspettare l’inaugurazione: a Dubai dal 20 ottobre 2020 al 10 aprile 2021

Fonte: Archilovers

Il Padiglione Italia e il Padiglione Brasile