Marina One: il cuore verde di Singapore | Architettura Green

Architettura Green a Singapore – il progetto Marina One

Marina One è un complesso di edifici ad uso misto ad alta intensità situato nel cuore di Marina Bay, il quartiere finanziario di Singapore.

L’impatto dall’esterno è quello di una gigantesca fortezza rettangolare, mentre in realtà cela un progetto di architettura green che si esprima attraverso un giardino tropicale che sale fino alla sommità delle torri più alte di 34 piani.

Il progetto urbanistico, curato dallo studio Ingenhoven Architects ,  si è aggiudicato il Mipim Award 2018 come Best Innovative Green Building.

L’approccio architettonico

Il complesso comprende due torri di uffici, due torri residenziali e un’area residenziale incastonata in una vegetazione lussureggiante.

L’imponente facciata esterna, massiccia e cupa, asseconda i colori dell’attuale sviluppo urbano della città di Singapore, lasciando l’anima verde all’interno del complesso, nella grande Piazza pubblica del Central Business District che è un vero e proprio giardino di biodiversità.

L’architettura degli edifici è composta da una serie di passerelle frangisole, giardini pensili, torri sopraelevate e una forma studiate appositamente per migliorare il circolo dell’aria, creando un microclima confortevole e l’incremento della biodiversità all’interno dei molteplici livelli del giardino.

Grazie al concetto integrale di supergreen® di architetti Ingenhoven, un approccio architettonico completo e ambizioso, Marina One mira a riqualificare la città.

Il design è compatto ed efficiente, con sistemi di ventilazione a risparmio energetico, un sistema di schermatura solare esterno altamente efficace e vetri ad alte prestazioni per ridurre la radiazione solare diretta nell’edificio.

Un sistema centrale di raccolta di acqua piovana nel permette il recupero e il successivo uso per scopi sanitari così da ridurre il consumo di acqua potabile.

Il complesso è in collegamento diretto con le principali linee della metropolitana e degli autobus ed è dotato di parcheggi per biciclette e di lotti di auto elettriche riducono significativamente le emissioni causate dal traffico individuale.

Le 1.042 residenze ospitate nelle due torri di 34 piani variano per dimensioni ma non per qualità dei dettagli green con cui sono state realizzate.

Uno spazio verde da vivere

Marina One, grazie alla varietà di offerte commerciali e per gli spazi per gli eventi sulle terrazze pubbliche è il luogo pubblico di incontro più grande di tutto il CBD di Singapore e in poc tempo sarà  presto un cuore pulsante di grande richiamo, per i cittadini e per i principali player del mercato (Facebook, ad esempio, occupa il 28 piano)

Una giungla in città

L’intuizione di una giungla in città nasce dal suo progettista Christoph Ingenhoven con l’intento di ricreare un ambiente che potesse crescere in modo del tutto naturale, come lui stesso racconta.

Le piante crescono all’interno di un’armatura serpentine che svolgono il ruolo di schermi naturali dai raggi diretti del sole che si sovrappongo ai volumi dando un gioco di spazi dalle dimensioni straordinarie.

Core business dello Studio  Ingenhoven di Düsseldorf è la progettazione di edifici green fin dagli anni Novanta: a loro di deve la RWE-Turm a Essen, la prima torre in Europa con una facciata “che respira”.

L’anima verde in sintesi:

  • Landscape designer: Kathryn Gustafson.
  • Area verde complessiva (compresi tetti,…): 3,7 ettari
  • Varietà di piante: 350, tra cui piante da sottobosco e 42 specie di alberi, 717 in totale.
  • Le essenze rinfrescano gli edifici, riducono l’inquinamento e producono abbastanza ossigeno per far respirare 500 persone.

Fonte: Abitare
Photo: HG Esch