Micro architettura ecologica

La casa compatta di Muji

Il sogno green di abbattere l’economia del mattone, per preferire abitazioni più ecologiche ed eco-compatibile, senza ingombri, senza obblighi è un sogno sempre più vicino alla realtà.

A renderlo attuale ci ha pensato Muji, brand giapponese no-logo, che alla Tokyo Design Week presenta la prima vera casa compatta (solo 9 mq.), prefabbricata e low-cost.

La progettazione è minimal e funzionale, come ci si aspetta da un prodotto Muji:
una grande porta scorrevole in vetro (originariamente progettata per un negozio) regala grande luminosità, mentre la ventilazione è affidata alla piccola finestra posta sul retro.

La struttura è interamente realizzata in legno giapponese, le pareti esterne sono trattate con un metodo shou sugi di “carbonizzazione” un materiale isolante usato per le antiche navi del Sol Levante, atto a prolungare la durata del materiale e a renderlo maggiormente resistente agli agenti atmosferici, impermeabile e ignifugo.

Anche gli interni, in cipresso non trattato e compensato, sono lineari e puliti: un design minimale che lascia libertà di finitura ai proprietari.

Fondamenta in calcestruzzo, infine, isolano dal terreno e migliorano la durata della struttura.

La casa ha una veranda sull’ingresso, adatta a ospitare 3-4 persone.

Quando sarà possibile acquistarla?

L’obiettivo Muji è di metterla in commercio entro la fine dell’anno al costo di 21.000 sterline

Leggi l’articolo originale su Dezeen